Questa certa donna di nome Marta può essere letta in modo simbolico come personificazione di una serie di persone che all’interno della comunità accolgono il Signore; ma lo accolgono come chi pensa di poter servire il Signore e … Nel Vangelo Marta e Maria sono protagoniste di un episodio a mio avviso interessante. 39 Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Essa aveva una sorella di nome Maria la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua Parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Luca 10,38-42 “Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna di nome Marta, lo accolse nella sua casa. E' un episodio che, secondo me, ribalta un po' il modo di pensare classico, tipico della società umana che dà importanza al fare materiale e dà poca importanza all'ascolto spirituale. Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Allora si fece avanti e disse: "Signore, Ma ancora non siamo contenti, sappiamo che Joshua ben Phabet Boeto, nipote di Simone Boeto e figlio Che bellezza e che gratitudine. 10, 38-42 [10.38] Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Riferimenti biblici. 40 Marta invece era distolta per i molti servizi. Simone era Maria e che con lei vi erano anche Marta e Lazzaro, tutti e cinque i personaggi della famiglia Boeto riuniti insieme: casa di Simone Boeto con dentro Gesù, Maria, Marta e Lazzaro. Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Marta se ne lamenta con Gesù, ma questi le risponde: «Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c'è bisogno. ( … Marta era distratta con tante cose da fare. Lc. chi È marta, chi È maria Ritorniamo al testo. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. svoltasi senza parole (Marta) e la parola ascoltata in silenzio (Maria). Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Marta ha accolto Gesù, però quella che in realtà gli ha dedicato la sua attenzione e il suo tempo è stata Maria. MARTA E MARIA Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola. Si trova in Luca 10, 38-42. Oggi come allora, siamo suoi amici, come lo erano Marta e Maria e di questo siamo grati e debitori di una grande grazia. La sua è un’amicizia fedele, un’amicizia che infiamma e trascina, che non lascia indifferenti, travolge ogni circostanza, persino il modo di far vacanza e … "VIENI": Marta e Maria: la spiritualità laicale. Essa aveva un sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà». Maria invece era concentrata sulle parole di Gesù. Vangelo (Lc 10, 38-42) Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. [10.39] Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; [10.40] Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Maria di Betania è citata in tre occasioni: nel Vangelo secondo Luca 10,38-42, le due sorelle accolgono Gesù in casa, ma mentre Marta si occupa delle faccende domestiche, Maria si siede ad ascoltare la parola di Gesù.