Anche la cantautrice e attrice Roberta Faccani, pronipote di Augusto Faccani, calciatore della Lazio nei primi anni del Novecento, dedica alla squadra biancoceleste il singolo Lazio generazione,[110] così come ha fatto Fabio Melis con la sua Nati per vincere. Tale emblema è stato declinato in una versione speciale per il centenario sociale, dal 9 gennaio 2000 al 9 gennaio 2001: all'interno dello scudo a bande bianche e celesti sovrastato dall'aquila era presente il numero 100 a caratteri aurei. Attualmente in carica è l'imprenditore romano Claudio Lotito, divenuto presidente il 19 luglio 2004, quando tramite la sua "Lazio Events S.r.l." I colori storici della S.S. Lazio sono il bianco e il celeste (o la sua variante azzurro), scelti in origine da Sante Ancherani per la loro delicatezza e signorilità e in seguito adottati stabilmente dal presidente Fortunato Ballerini in onore della Grecia, patria delle Olimpiadi; Ballerini, infatti, era stato uno dei promotori dell'assegnazione alla città di Roma dei Giochi della IV Olimpiade del 1908 (poi disputati a Parigi). Nel 1934, in occasione dei Mondiali, fu ancora convocato Filò Guarisi,[114] mentre la competizione mondiale del 1938, vinta dalla Nazionale italiana, vide come assoluto protagonista Silvio Piola. Nel 1958 la Lazio, guidata dall'ex calciatore biancoceleste Fulvio Bernardini, vince il suo primo trofeo ufficiale, conquistando la Coppa Italia. [19] Seguono due retrocessioni in Serie B tra gli anni sessanta e gli anni settanta (1961 e 1971), prima del ritorno in massima serie. Cuore Tifoso. In pratica i giocatori – atleti, studenti e lavoratori – avevano l'abitudine di ritrovarsi al campo di Piazza d'Armi prima e allo Stadio della Rondinella poi per gli allenamenti, consistenti in partitelle e corse di velocità e/o resistenza, spesso sotto il coordinamento del capitano della squadra. Altro celebre calciatore ad aver scritto la storia del club romano, di cui è diventato una vera e propria bandiera, è stato Roberto Lovati, portiere e capitano della squadra tra gli anni cinquanta e anni sessanta, colui che ha raccolto l'eredità di Lucidio Sentimenti IV, e successivamente tecnico e dirigente, sia delle giovanili che della prima squadra. [36][37], Per i colori della loro maglia (la prima versione bianca con la scritta "Lazio" a caratteri celesti sul petto, e successivamente a quarti bianchi e celesti), i giocatori della Lazio sono soprannominati Biancocelesti od anche Biancazzurri.[37][38]. L'ostilità degli ultras biancocelesti con i tifosi del Napoli nasce dal gemellaggio che legava negli anni ottanta napoletani e romanisti. Il club biancoceleste è anche uno dei membri dell'European Club Association (ECA), organizzazione internazionale che ha sostituito il soppresso G-14 e rappresenta i club calcistici a livello europeo,[12] riuniti in consorzio al fine di ottenere una tutela comune dei diritti sportivi, legali e televisivi di fronte alla Fédération Internationale de Football Association (FIFA). Dalla 34ª giornata, ad eccezione di Lazio-Juventus del 27 agosto 2016, dove è "Noi con voi", Nella stagione 2019-20, ad eccezione della finale di Supercoppa italiana Juventus-Lazio del 22 dicembre 2019, dove è “Lazio Eternal Wonders”. Candreva e Marchetti sono stati rappresentanti laziali con la casacca azzurra in occasione della Confederations Cup 2013; mentre per i Mondiali del 2014, è stato convocato il solo Candreva. La più accesa e storica rivalità non può che essere con i tifosi dell'altra squadra della Capitale: la Roma. [21], L'insediamento del finanziere romano Sergio Cragnotti, avvenuto nel 1992,[22] cambia radicalmente la storia del club laziale e lo rilancia in campionato e nelle competizioni europee grazie ai suoi importanti investimenti che portarono i biancocelesti a primeggiare in Italia e in Europa. L'ultimo stemma societario, scaturito da un restyling del 1993, riprende lo stile di quelli originari: in esso domina l'aquila d'oro posata su uno scudo palato biancoceleste, recante il nome del club inscritto in una fascia superiore. [93], La società biancoceleste, attraverso slogan e messaggi presenti sulle maglie da gioco dei propri calciatori, si è spesso schierata riguardo tematiche ed eventi sociali come la lotta al razzismo (slogan “No Racism” e “We love football, We fight racism”, rispettivamente nel 2012 e nel 2013), la lotta al terrorismo (scritta “Je suis Charlie” nel 2015), la lotta alle mafie (slogan "Libera" nel 2017), oltre che messaggi di commemorazione per le vittime dei terremoti ("Noi con voi" e "I love Norcia" nel 2016). They are licensed in the game and also have their home stadium, Stadio Olimpico involved in the game. [117] Nel 1978, in vista dei Mondiali, Lionello Manfredonia è stato l'unico rappresentante laziale nella compagine azzurra. La sconfitta con il più ampio scarto, invece, è l'8-1 rimediato nella stagione 1933-34 in trasferta contro l'Ambrosiana-Inter. Il Gruppo S.S. Lazio S.p.A. è controllato dalla società Capogruppo S.S. Lazio S.p.A. Il Gruppo opera nel settore del calcio professionistico e gestisce le attività tecnico-sportive e di gestione dei diritti di broadcasting relative all'omonima squadra militante nel campionato italiano di Serie A, oltre alle attività tecnico-sportive e di gestione dei diritti di broadcasting relative alla squadra di calcio femminile militante nel campionato italiano di Serie B tramite, a far data da settembre 2015, la controllata S.S. Lazio Women 2015; sono inoltre gestite dal Gruppo le attività pubblicitarie, di merchandising e in generale di sfruttamento commerciale del marchio S.S. Lazio tramite, a far data dal 29 settembre 2006, la società controllata Lazio Marketing & Communication S.p.A.,[51] con la quale, a far data dal 24 ottobre 2012, si gestiscono anche le attività immobiliari. La Lazio retrocede due volte in B (1981 e 1985) e sfiora la C nel 1986, salvandosi agli spareggi per la retrocessione. A fost fondat în anul 1900 și joacă meciurile de pe teren propriu pe Stadio Olimpico din Roma, stadion pe care joacă și concitadina AS Roma. SS Lazio is een Italiaanse voetbalclub uit Rome die uitkomt in de Serie A. Alla fine degli anni cinquanta il popolare show-man fu elevato alla dignità di consigliere onorario della Lazio dall'allora presidente Siliato. Novant'anni in biancoazzurro, 1974. L'attuale allenatore della prima squadra è Simone Inzaghi, campione d'Italia da calciatore biancoceleste nella stagione 1999-2000, che ricopre ufficialmente l'incarico dall'8 luglio 2016, dopo averla guidata temporaneamente nella parte conclusiva del campionato 2015-16, tra aprile e maggio 2016, ed esser stato poi richiamato sulla panchina laziale alla luce delle dimissioni del tecnico argentino Marcelo Bielsa. Oltre alle partite della Lazio, ospita quelle dei rivali romanisti, occasionalmente quelle della Nazionale di calcio italiana ed è la sede delle finali della Coppa Italia. Zie: Bent u blij met Wikisage, of wilt u juist meer? Curva Nord is de tribune van de fanatieke aanhang van Lazio. Negli anni ottanta il club capitolino è coinvolto in due scandali per scommesse illecite, noti come Totonero e Totonero-bis. Altre citazioni nelle commedie quali Mi faccia causa (1984), Vacanze in America (1984) e Anni 90 - Parte II (1993), Caterina va in città di Paolo Virzì (2003), nella cui soundtrack è presente anche l'inno biancoceleste Vola Lazio vola, Gli ultimi saranno ultimi di Massimiliano Bruno (2015) e in Nove lune e mezza di Michela Andreozzi (2017). Gli anni quaranta rappresentarono un periodo difficile nella storia della Lazio, difatti Francesco Antonazzi è stato l'unico ad essere chiamato in Nazionale durante quel decennio in occasione dei Giochi olimpici di Londra. Tra i calciatori italiani di rilievo sono annoverati Sante Ancherani, uno dei pionieri della sezione calcio della polisportiva biancoceleste nonché primo capitano e allenatore laziale, Fulvio Bernardini, primo calciatore della Lazio, romano di nascita e proveniente dal Centro-Sud, a essere convocato in Nazionale, i fratelli Saraceni, Fernando e Luigi, pochi tra i tanti giocatori nella storia del calcio italiano ad aver indossato nel corso della loro carriera la maglia di una sola società, quella biancoceleste in tal caso, Ezio Sclavi, Anfilogino Guarisi, detto Filò, campione del mondo nel 1934, oltre a Silvio Piola, vero e proprio giocatore simbolo degli anni trenta e anni quaranta con la maglia della Lazio e della Nazionale azzurra, con la quale ha vinto un mondiale (1938), Enrique Flamini, divenuto anche allenatore e dirigente sia a livello giovanile che di prima squadra, Aldo Puccinelli, record-man di presenze in campionato con la casacca biancoceleste (339 in 13 stagioni), e Leandro Remondini. Negli anni ottanta si distinsero Bruno Giordano, Lionello Manfredonia, Gabriele Podavini, Domenico Caso, Giuliano Fiorini, Angelo Gregucci, Raimondo Marino e Paolo Di Canio. Quella delle Aquile è la formazione italiana ad aver disputato il maggior numero di finalissime nazionali (3 volte, più specificatamente nelle stagioni 1912-13, 1913-14 e 1922-23) ovvero gli incontri che, prima dell'istituzione del campionato a girone unico, mettevano di fronte le compagini campioni del girone Nord e quello Sud per decidere la squadra campione d'Italia. In occasione dell'istituzione del girone unico, da regolamento solo una fra Lazio e Napoli avrebbe dovuto partecipare alla Serie A. Parte con 9 punti di penalizzazione per decisione del Giudice Sportivo perché colpevole di, Parte con 11 punti di penalizzazione, poi ridotti a 3, per decisione del Giudice Sportivo perché colpevole di, Lazio, la festa con le maglie della storia, Come la Lupa capitolina (RIC V 329; MIR 36, 993j; RSC 474a), il cinghiale e il toro (, Lazio, due scoperte eccezionali sullo stemma con l’aquila, Sondaggio on line: vota il nome dell'Aquila, Il contratto di Olimpia un volo da 125 mila euro, L'8 luglio sarà Sant'Aquila, la Lazio ha il suo Santo Patrono, Domani sarà Sant’Aquila, la festa del Santo Patrono biancoceleste, Stadio Olimpico — nuove tecniche di safety & security, Bilancio intermedio consolidato 31 marzo 2009, I segreti mai svelati della maglia del "Meno nove", Dalla maglia biancazzurra indossata, alla maglia prodotta. A partire dalla fondazione del club a oggi, hanno vestito la maglia della Lazio oltre 800 calciatori, in gran parte italiani; alcuni di questi hanno militato nella Nazionale italiana. Nel 2017 la squadra biancoceleste, guidata in panchina da Simone Inzaghi, porta in bacheca la quarta Supercoppa italiana della storia laziale. For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Alles over de club Lazio Roma (Serie A) actuele selectie met marktwaarden Transfers Geruchten Speler statistieken Programma Nieuws Cragnotti batté ripetutamente tutti i record riguardo alle valutazioni del calciomercato, acquistando calciatori come Juan Sebastián Verón e Christian Vieri, con i quali superò di molto le cifre degli allora trasferimenti più costosi del mondo, e successivamente del centravanti argentino Hernán Crespo, acquisito quasi al prezzo doppio del centrocampista Verón. Il record di segnature realizzate in una sola partita è del bomber tedesco Miroslav Klose, capace di mettere a segno, il 5 maggio 2013, una cinquina ai danni del Bologna, alla trentacinquesima giornata di Serie A, gara terminata poi 6-0 per i romani. [94][95][96][97][98][99], Il club laziale, nel settembre 2019, diventa il primo football club plastic free italiano grazie all'accordo di partnership commerciale siglato con Filette Prime Water, abbandonando l’uso della plastica monouso per la difesa della salute e nella lotta contro l’inquinamento. Bestand:Azzurro Bianco e Azzurro with Eagle.png, corruptieschandaal in het Italiaans voetbal, Supercoppa italiana di pallavolo maschile, Lijst van Europese wedstrijden van SS Lazio, http://nl.wikisage.org/w/index.php?title=SS_Lazio&oldid=247134, Pagina's met onjuiste bestandskoppelingen, Bedrijf genoteerd aan de Italiaanse effectenbeurs, GNU Free Documentation License 1.3 of hoger. acquista il 26,969% del capitale sociale, salvando la gloriosa società capitolina da una situazione che l'avrebbe condotta ad un inevitabile fallimento. SS Lazio is een Italiaanse voetbalclub uit Rome die uitkomt in de Serie A. 2 Italica Liga : 1973-1974, 1999-2000. They play in light blue shirts, white shorts and socks. L'Avventura nel meno nove e altre storie biancocelesti, Fédération Internationale de Football Association, Colori e simboli della Società Sportiva Lazio, Mangia, prega, ama - Una donna cerca la felicità, campione del mondo con la Germania nel 2014, Palmarès della Società Sportiva Lazio § Settore giovanile, Torneo Internazionale Carlin's Boys di Sanremo, Torneo Internazionale Città di Gradisca - Trofeo Nereo Rocco, Statistiche e record della Società Sportiva Lazio, Classifica perpetua della Serie A dal 1929, Giubileo 2015 Anno Santo della Misericordia, Comunicato scioglimento Irriducibili Lazio, Irriducibili, parla Franchino: "Scioglimento? Székhelye Róma, Lazio tartományban, innen a neve is. SS Lazio na legaseriea.it Ova stranica je posljednji put izmijenjena na datum 7 juli 2019 u 09:53. I suddetti atleti possono contare sull'apporto di 400 tecnici e altrettanti dirigenti.[149]. Iedereen kan de hier verzamelde kennis gratis gebruiken, zonder storende advertenties. SS Lazio Società Sportiva Lazio (afgekort SS Lazio) beter bekend als Lazio, is een Italiaanse voetbalclub, opgericht op 9 januari 1900. Lazio. [105] e una in Supercoppa Primavera (2014). Spezzarono il digiuno delle convocazioni tre simboli della Lazio fresca vincitrice del primo Scudetto della sua storia nel 1974, quali il bomber Chinaglia, il centrocampista Re Cecconi e il difensore Wilson, chiamati dall'allora commissario tecnico Ferruccio Valcareggi per la spedizione mondiale. Dan stellen we een bescheiden donatie om de kosten te bestrijden zeer op prijs. O SS Lazio (Società Sportiva Lazio, Sociedat Esportiva Lazio en aragonés) ye un club de fútbol italián, d'a ciudat de Roma en Lazio. Il club iniziò a praticare il gioco del calcio il 6 gennaio 1901,[2][5][6] è affiliato alla FIGC almeno dal 1908[7] ed istituì la propria sezione calcistica il 3 ottobre 1910.[8][9][10][11]. Il record di maggiori partite giocate esclusivamente in campionato è invece di Aldo Puccinelli, con 339 gettoni di presenza tra il 1940 e il 1955. Il simbolo della S.S. Lazio è l'aquila, scelta in quanto emblema di potenza, vittoria e prosperità, oltre che uno dei simboli delle legioni romane. Nel corso degli anni lo stemma della Lazio ha subito varie modifiche: il primo vero logo ufficiale, ideato nel 1906, raffigurava uno scudo a strisce verticali bianche e celesti sul quale era posata un'aquila che artigliava un nastro sul quale campeggiava il nome della società.[40]. SS Lazio Jump to navigation Jump to ... Klubas buvo įkurtas 1900 metų sausio 9 dieną pavadinimu Società Podistica Lazio. Ha preso parte a 78 edizioni delle 89 disputate nella Serie A a girone unico, vincendo due titoli di campione d'Italia (1974 e 2000). They appeared as an unlicensed team … The 2020–21 season is the 120th season in the existence of S.S. Lazio and the club's 33rd consecutive season in the top flight of Italian football.In addition to the domestic league, Lazio are participating in this season's editions of the Coppa Italia and the UEFA Champions League.The season covers the period from 2 August 2020 to 30 June 2021. [131], Al momento la Lazio è la sesta squadra d'Italia per numero di tifosi (3%), dietro a Juventus, Inter, Milan, Napoli e Roma, secondo i dati di una ricerca del 2014.[132]. Per quanto riguarda gli orientamenti politici dei gruppi organizzati della Curva Nord, questi sono schierati su posizioni di destra sociale e talvolta di estrema destra. Secondo l'attuale organigramma societario, la Lazio è articolata su un sistema di tipo dualistico; la società è guidata da un consiglio di gestione, presieduto da Claudio Lotito insieme al consigliere Marco Moschini, ed uno di sorveglianza, composto da sei membri, compreso l'attuale vicepresidente Alberto Incollingo. All'agosto 2020, dei 2624 incontri nella massima serie, 997 sono state le vittorie dei biancocelesti, 770 i pareggi e 857 le sconfitte, con 3647 gol segnati e 3262 subiti. A vantare il mandato tecnico più lungo è tuttora proprio Guido Baccani, rimasto alla guida della squadra per 18 stagioni, compresi gli anni in cui le attività erano sospese a causa della prima guerra mondiale, dal 1906-07 al 1923-24. [17], I biancocelesti parteciparono al primo campionato di Serie A nel 1929 e guidati da Silvio Piola, storico centrattacco della Nazionale, nonché il più prolifico attaccante italiano di tutti i tempi, raggiunse il secondo posto nella stagione 1936-1937, andando a sfiorare quello che sarebbe stato il suo primo Scudetto, e centrando il proprio miglior piazzamento in campionato antecedente alla seconda guerra mondiale; sempre nel 1937 la formazione capitolina, trascinata ancora una volta dalle reti di Piola, conquista l'accesso alla finale di Coppa dell'Europa Centrale in cui fu sconfitta nel doppio confronto dalla compagine ungherese del Ferencváros.[18]. Il primo vero allenatore della storia biancoceleste fu l'italiano Guido Baccani, scelto dal presidente Ballerini nel 1906, al fine di introdurre innovazioni dal punto di vista tattico e strategico nel gioco della squadra. Nel corso dei decenni il vivaio laziale ha da sempre cresciuto numerosi giocatori che hanno contribuito notevolmente all'accrescimento tecnico della prima squadra, dai primi anni di attività del club fino a oggi: negli anni settanta la Lazio è formata da elementi usciti dalle squadre giovanili (da D'Amico a Giordano, fino a Manfredonia e Agostinelli), e negli anni ottanta il vivaio laziale ha formato giocatori come Mauro Tassotti, Paolo Di Canio, Luigi Di Biagio e Valerio Fiori, fino ad arrivare alla metà degli anni novanta, quando dalla formazione Primavera sono arrivati in prima squadra Marco Di Vaio, Daniele Franceschini, Alessandro Iannuzzi, Flavio Roma ma soprattutto Alessandro Nesta, divenuto uno dei simboli della società romana nonché il capitano biancoceleste più vincente della storia. In cerca di un nuovo stadio, i calciatori laziali si trasferirono prima al campo della Farnesina e successivamente, dal 1914, allo Stadio della Rondinella (che sorgeva nell'area fra gli attuali Stadio Flaminio e Palazzetto dello Sport), dove giocarono fino al 1931,[17] anche se la squadra romana sostenne gli allenamenti presso La Rondinella fino al 1957. Ciro Immobile è stato il capocannoniere azzurro durante la gestione del CT Gian Piero Ventura tra il 2016 e il 2017. Alla fine degli anni novanta la Lazio creò la sua prima mascotte ufficiale, Skeggia, un aquilotto con la divisa biancoceleste e un pallone da calcio, divenuto poi anche il simbolo della scuola calcio del club capitolino. L'Europeo 2004 rappresenta la competizione durante la quale la compagine azzurra presenta il maggior numero di giocatori laziali, ben cinque: Corradi, Favalli, Fiore, Oddo e Peruzzi. Spesso intonano l'inno anticomunista Avanti ragazzi di Buda. [128] È anche uno dei sei giocatori nella storia della Champions League ad aver segnato 4 reti in una singola partita della massima competizione europea. [101] A dicembre dello stesso anno, il club capitolino contribuisce al progetto "Stop the Waste" promosso dal World Food Programme, agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di assistenza alimentare, con lo scopo di fronteggiare lo spreco alimentare e lenire le sofferenze di chi è malnutrito.[102]. Wikisage is op 1 na de grootste internet-encyclopedie in het Nederlands. S.S. Lazio is an Italian football club based in Formello (Via di Santa Cornelia 1000, 00060 Formello).. U bent van harte welkom. In vista dei Mondiali del 1990 che avrebbero visto l'Olimpico come uno degli stadi ospitanti, l'impianto subì opere di ristrutturazione, e per tale motivo nella stagione 1989-1990 entrambe le squadre romane giocarono le rispettive gare casalinghe allo Stadio Flaminio, utilizzato dalla Lazio per le sue gare interne già durante le annate 1961-1962 e 1967-1968. A partire dalla fondazione del club a oggi, alla guida della Lazio si sono avvicendati 35 presidenti, di cui 4 hanno svolto anche il ruolo di commissario straordinario ed uno ad interim. Tale iniziativa consiste nell'inviare una foto e con l’acquisto da parte della Lazio di una sagoma, posta su un seggiolino a scelta per tutte le partite delle Aquile che si disputeranno a porte chiuse allo Stadio Olimpico di Roma. Maak dan een account aan. I titoli italiani vinti attualmente sono più di 80, quelli individuali sono oltre 600, mentre quelli in categorie minori e nei settori giovanili sono circa 1000. [135], Il 28 ottobre 1979, poco prima dell'inizio del derby, viene tolta la vita a Vincenzo Paparelli, supporter laziale raggiunto in Curva Nord da un razzo sparato dalla Sud per mano di un tifoso romanista. Nel 1927 la Lazio, grazie al decisivo intervento del Generale della milizia fascista, Giorgio Vaccaro, all'epoca vicepresidente biancoceleste, fu l'unica società capitolina a resistere alla volontà del regime fascista di riunire tutte le squadre di Roma in un unico club, quello che sarebbe poi diventato l'AS Roma. Il Guinness dell’Olimpico, 19.12.1982: quando la Lazio faceva 70.000 spettatori in Serie B, Ricerca a cura del Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento, Curva Nord Lazio: gli Irriducibili mollano il comando, Associazione Sodalizio Biancoceleste Tribuna Tevere, Dramma Inter all'Olimpico si illude, poi è terza, Inter passeggia con Lazio tenera, l'Olimpico esulta, POLISPORTIVA LAZIO. Nella stagione 2017-18 la squadra arriva ultima in classifica, divenendo la prima squadra a retrocedere nel Campionato Primavera 2 con la nuova formula dei campionati Primavera,[107] per poi far pronto ritorno in massima serie nell'annata successiva. Simone Inzaghi vanta il primato complessivo di panchine ufficiali (224), mentre quello di trofei vinti con il club (7 con le Aquile) appartiene al tecnico svedese Sven-Göran Eriksson. Negli anni duemila, si sono imposti tra i professionisti Giampiero Pinzi, Marco Pisano e Lorenzo De Silvestri, mentre nel decennio seguente si fanno notare Danilo Cataldi e Alessandro Murgia. Il periodo più lungo con la fascia di capitano della squadra laziale è stato quello di Ancherani, con dieci stagioni dal 1901 al 1907 e dal 1908 al 1912. S.S. Lazio Official Website. Tale garanzia rimarrà operativa sino alla definitiva esecuzione della transazione con l'Agenzia delle Entrate. È stata la quarta squadra italiana, dopo Torino, Juventus e Napoli (e successivamente ai biancocelesti anche l'Inter), ad aver conquistato, nella stagione 1999-00, il Double, ovvero la conquista nello stesso anno di campionato e coppa nazionale. Da ricordare è Umberto Lenzini, soprannominato dai tifosi Papà Lenzini, presidente del primo Scudetto biancoceleste (1973-74), e Leonardo Siliato, in carica quando la Lazio conquistò il suo primo trofeo ufficiale: la Coppa Italia del 1958. [130] Seguono Ciro Immobile con gli attuali 16 centri, oltre a Pavel Nedvěd con 12 reti messe a segno in 5 stagioni e Tommaso Rocchi, anch'egli a quota 12 gol in 9 anni di militanza laziale. 7 Italicum Poculum : 1958, 1997-1998, 1999-2000, 2003-2004, 2008-2009, 2012-2013, 2018-2019. Qualche stagione più tardi comparirà sul simbolo laziale la dicitura "Roma", per poi essere modificato durante il Ventennio per volontà del regime mussoliniano. SS Lazio; Supercoppa 2013; U. UEFA Super Cup 1999; Laatst bewerkt op 29 okt 2016, om 01:26. La rivalità nei confronti della Juventus invece deriva principalmente dall'antipatia dei tifosi laziali nei confronti della dirigenza bianconera, oltre che per la rivalità fra gli juventini e i tifosi gemellati dell'Inter. Gabriele Paparelli racconta. Korištenjem ovog sajta slažete se s uvjetima korištenja i pravilima o privatnosti. Le sue note, solitamente, vengono lanciate durante il volo di Olimpia e al termine della partita, precedute, in caso di vittoria della Lazio, dal brano I giardini di marzo di Lucio Battisti. La Società Sportiva Lazio, oltre a essere stata eretta in ente morale il 2 giugno 1921, è stata insignita nel corso della sua storia ultracentenaria d'importanti onorificenze a livello nazionale, quali la Stella d'Oro al Merito Sportivo, ricevuta nel 1967, e il Collare d'oro al Merito Sportivo del 2002. [127], A livello individuale, Giuseppe Favalli è il giocatore che detiene il record di presenze in maglia biancoceleste, durante i suoi dodici anni alla Lazio dal 1992 al 2004, ne ha collezionate 401. [119] Due anni dopo le convocazioni (e questa volta per gli Europei del 1996) furono per Di Matteo, Fuser e Nesta, oltre a Casiraghi.[120]. Rieleletto alla presidenza BUCCIONI. L'Olimpico, situato nel Foro Italico, è il più grande stadio della Capitale. [129] Alle sue spalle seguono Ciro Immobile (140 gol ed attualmente ancora in attività con la maglia della Lazio) e Giuseppe Signori (127 gol in 6 stagioni). Tekst je dostupan pod slobodnom licencom Autorstvo-Dijeliti pod istim uvjetima; mogu se primijeniti i dodatni uvjeti. Risulta essere al sesto posto per numero di partecipazioni (28) alle competizioni internazionali UEFA. La S.S. Lazio Calcio, dopo aver adottato nel 2010 l'aquila Olympia, ha deciso di intraprendere al fianco dell'A.R.F., un'associazione per la tutela e soccorso degli animali operante nel Lazio, una campagna di sensibilizzazione anti-bracconaggio e la raccolta di donazioni in favore del progetto di protezione e cura dei rapaci. Il miglior marcatore di tutti tempi della Lazio è Silvio Piola con 149 gol (esclusi quelli segnati nelle coppe internazionali non riconosciute dalla UEFA). Questa Lazio, che al suo ritorno in massima serie si ritrova subito in lotta per lo Scudetto, perso solamente all'ultima giornata, conquistò l'anno successivo il suo primo titolo in Serie A, nel campionato 1973-1974. Wilt u meehelpen om Wikisage te laten groeien? Le medaglie conquistate dagli atleti della Polisportiva in competizioni ufficiali, quali Campionati del Mondo, d'Europa e Giochi olimpici, sono numerose, e 49 sono le medaglie d'oro vinte nel corso di queste manifestazioni sportive internazionali. L'iniziativa è stata avanzata dall'avvocato Gian Luca Mignogna con un articolo pubblicato il 27 giugno 2018 nel quale veniva presentato un lavoro di ricerca storica proprio su Sant'Aquila. Zie: Deze pagina is voor het laatst bewerkt op 24 jun 2018 om 13:10. [100], A giugno 2020, durante un periodo storico segnato dalla pandemia di COVID-19, la Lazio avvia il progetto "Tu non sarai mai sola", un’iniziativa a sostegno delle tante attività poste in essere dalla Croce Rossa Italiana, relative all’emergenza ‘Fase 2’ COVID-19, per le fasce di popolazioni più vulnerabili.